Attivitą 2010

Principali interventi realizzati
 
La progettualità del Centro è proseguita anche secondo un’ottica interdisciplinare che ha visto la collaborazione con l’Accademia nazionale di S. Cecilia di Roma che ha presentato al Ciac una rassegna musicale dal titolo “Risonanze” accompagnata da una performance del Maestro Marco Scolastra. Di particolare interesse la conferenza “I love museum” tenuta da uno dei più importanti curatori d’arte contemporanea in Italia, Giacinto Di Pietrantonio, Direttore della Galleria Arte Moderna e contemporanea di Bergamo che è partito dalla sua esperienza professionale, per poi approfondire le tematiche legate alla gestione di uno spazio dedicato all’arte e le problematiche relative all’organizzazione di mostre ed eventi.
Con la sua testimonianza, Di Pietrantonio ha offerto nuovi spunti di riflessione su temi che risultano di particolare interesse per una realtà nuova come quella del Centro Italiano Arte Contemporanea di Foligno, volto a rinnovare e valorizzare la proposta culturale del territorio. 
Il mese di aprile ha visto la programmazione del film “Cou Cou Bazar” tratto dall’omonima coreografia dell’artista francese Jean Dubuffet, per la regia di Giorgio Treves; come è noto l’opera Cou Cou Bazar fu rappresentata tre volte prima di diventare un film: nel 1973, al Solomon Guggenheim Museum di New York e al Grand Palais di Parigi, e nel 1978 a Torino, in concomitanza con la grande mostra dedicata all’artista francese, organizzata da Fiat presso la Palazzina delle Belle Arti.
Nel film Cou Cou Bazar il regista Giorgio Treves ha documentato l’evento torinese ripercorrendo le tappe dell’evoluzione dell’artista: dagli inizi figurativi ai dipinti materici, dall’approdo alla tridimensionalità, con la scultura, fino all’animazione. Complice della straordinaria riuscita del film è la scelta del regista di utilizzare solo musiche eseguite dallo stesso Dubuffet.
Nel quadro del già richiamato intento interdisciplinare, attenzione particolare è stata dedicata anche al rapporto tra scienza e arte con il convegno “Scienza e Arte” teso all’approfondimento delle possibili connessioni che legano due ambiti, apparentemente distanti se non addirittura opposti.
Il Prof. Giulio Giorello, ha analizzato con una applauditissima conferenza le diverse forme in cui l’arte e la scienza si pongono in relazione e si integrano negli aspetti più profondi.
Il mese di maggio il Ciac ha ospitato la mostra personale di Giuseppe Gallo, “La leggerezza dell’incoscienza”. Oltre a dipinti di grandi dimensioni, sculture e disegni che ripercorrono l’attività dell’artista, è stata esposta anche una grande installazione inedita, realizzata appositamente per l’occasione, dal titolo Punto fermo.
Innovazione e sperimentazione s’intrecciano nei lavori di Gallo con la classicità dei mezzi espressivi utilizzati, come la pittura a olio e l’antica tecnica dell’encausto.
Fra le opere esposte, le 12 tavole intitolate Le Dita della Mente, dedicate ai mesi dell’anno e allestite in un’unica struttura installativa, e Prismi, le sculture in bronzo ispirate a maschere rituali e teatrali scelte dall’artista nelle produzioni di differenti culture antologiche.
La mostra si è aperta in occasione della Celebrazione Dantesca, la manifestazione folignate che ogni anno, in primavera, omaggia da Foligno il poeta e scrittore fiorentino con un calendario di incontri, letture, conferenze e con la Mostra del Libro Antico, giunta alla XVI edizione.
Il 19 Settembre 2010 il Centro italiano arte contemporanea ha inaugurato una ulteriore rassegna espositiva intitolata “Save Me”, dell’artista milanese Chiara Dynys, L’evento espositivo è stato incentrato sul tema attuale del depauperamento dell’ambiente e sull’esigenza dell’Uomo di recuperare, attraverso una mutazione di mentalità, anche individuale, un progetto di salvaguardia del pianeta Terra sempre più minacciato dallo sfruttamento delle risorse ambientali.
Infine il 18 dicembre 2010 la società strumentale della Fondazione ha prodotto una personale di Gabriele Basilico. La mostra ha registrato un ampio interesse di pubblico per l’autorevolezza dell’artista e per l’iniziativa che si colloca nel panorama degli eventi regionali quale ulteriore offerta culturale locale.
La mostra, sviluppata in tre sezioni,  si è articolata in tre “Ritratti” di città:
Milano ritratti di fabbriche 1978-80, 40 fotografie in bianconero tratte dall’indagine fotografica sull’architettura industriale milanese, realizzata alla fine degli anni ’70.
Mosca Verticale 2007-2008, 35 fotografie con immagini spettacolari, realizzate riprendendo la città dalla sommità delle 7 Torri di Stalin, grattacieli costruiti tra gli anni ’40 e ’50, che descrivono le recenti metamorfosi del paesaggio urbano di Mosca e consentono una sorta di “immersione” nella città.
Istanbul 05.010, 30 fotografie di formati diversi, in bianconero e a colori, che mostrano le complesse trasformazioni urbane della metropoli turca, documentate da Gabriele Basilico durante due campagne realizzate rispettivamente nel 2005, su invito della IX Biennale Internazionale di Istanbul, e nel 2010, in occasione di Istanbul Capitale Europea della Cultura.
La mostra di Basilico si è conclusa con un convegno a Palazzo Trinci, al quale hanno partecipato oltre all’artista, il critico d’arte Achille Bonito Oliva che ha svolto una approfondita lezione sugli svolgimenti della storia dell’arte dal Rinascimento ai nostri giorni. La manifestazione ha registrato un’ampia partecipazione di pubblico e di critica.
Nel corso dell’anno tutte le iniziative promosse, hanno registrato un adeguato riscontro attraverso i diversi canali, informatico, della stampa specializzata, dei quotidiani, radiofonico e televisivo locale, regionale, e nazionale.



torna alla pagina: Società Strumentale


 

La Fondazione
Chi siamo
La Sede
Normativa
La storia
Governance
I Soci
Programmazione e Bilanci
Trasparenza
Societą Strumentale

Settori di Intervento
Premessa
Arte e cultura
Istruzione
Volontariato
Sanitą
Sviluppo locale

Richieste di Contributi
Avvisi e modulistica

News e Multimedia
Comunicati
Eventi
Video
Fotogallery

Informazioni
Contatti
Mappa - Dove siamo
Links utili
Cerca nel sito

 
 

© Copyright 2017 Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno - Tutti i diritti riservati | Codice Fiscale 91008000548
 
| Disclaimer - Privacy | Cookies Policy |