Attivitą 2016

Il  2016 ha visto realizzarsi nelle due sedi del CIAC un intenso programma di promozione culturale nell’ambito dell’arte contemporanea, secondo le linee di indirizzo delineate dal Comitato Tecnico Scientifico.

Non solo la città e il territorio di riferimento della Fondazione hanno manifestato evidenti segni di consenso alle diverse iniziative, ma anche numerosi studenti, esperti e appassionati che hanno visitato la mostra “ La Divina Commedia nell’Arte Contemporanea – illustrazioni dell’Editio Princeps conclusa il 10/01/16,  la mostra di fotografia “ Flags of Amrica – i grandi autori americani degli anni ‘40/’70 in mostra“  (19/03/16 - 10/07/16) e  la mostra dedicata a SANDRO CHIA "Il Viandante"  (14/10/16 29/01/17)  o hanno preso parte alle attività didattiche poste in essere, sia nella sede del CIAC, sia nel secondo polo museale dell’Annunziata.

 

Di seguito vengono riportate le attività svolte:

"La Divina Commedia nell'Arte Contemporanea  - illustrazioni dell'Editio Princeps"

La mostra che si è conclusa il 10 gennaio ha inserito Foligno nelle manifestazioni nazionali per il 750° della nascita di Dante Alighieri del 29 agosto  al 4 ottobre 2015 si terrà al CIAC una raffinata esposizione che documenta  i 10 anni di attività degli artisti contemporanei che hanno dedicato il loro impegno all’editio princeps della Divina Commedia.

Ogni artista ha creato una particolare copertina per l’opera e il frontespizio delle tre cantiche Inferno -Purgatorio – Paradiso, ciascuno seguendo il suo proprio linguaggio e la propria personale espressività. Ogni anno a partire dal 2006, con il supporto dell’Editoriale Campi cha ha provveduto a fare la copia anastatica del “Dante di Foligno in Folio” è stata creata una nuova Divina Commedia arricchita  delle  immagini dei diversi artisti contemporanei.

Ogni anno quindi è stata prodotta una nuova edizione, corredata da immagini originali che sono state stampate in una tiratura limitata dalla famosa stamperia d’arte romana dei Fratelli Bulla.

La Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno ha sempre voluto sostenere questa particolare iniziativa fermamente voluta dal Comitato Dantesco che opera fin dagli anni 90 con le note manifestazioni annuali.

La mostra  che espone le opere di: Omar Galliani -  Ivan Theimer - Bruno Ceccobelli - Mimmo Paladino - Giuseppe Gallo - Enzo Cucchi - Piero Pizzi Cannella - Stefano Di Stasio - Marco Tirelli - Sandro Chia pone l’accento in particolare sul valore dell’immagine, che nella Divina Commedia ha sempre trovato e troverà un inesauribile fonte di stimolo alla creatività alla riflessione personale, alla espressività degli artisti di ogni tempo.

 

 

Mostra Fotografica

FLAGS OF AMERICA - i grandi autori americani degli anni '40/'70 in mostra.

CIAC 19.3.16 - 10.07.16

E’ ormai acquisito che la fotografia sia un mezzo espressivo dell’arte contemporanea.

Da un processo evolutivo che si avvia tra gli anni sessanta –settanta nasce la pratica fotografica odierna, libera, disinvolta, nell’affermarsi paritaria alle altre forme espressive.

Flags of America Un gruppo di opere della prestigiosa collezione internazionale di fotografia della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e della Galleria Civica di Modena.

Ognuno degli autori può essere definito vera e propria bandiera di un modo di esprimersi nella fotografia, modo che attraverso una ricerca appassionata capace di rinnovare il linguaggio delle immagini ha poi fatto tendenza divenendo punto di riferimento nel suo tempo e modello per le generazioni successive.

Particolare valore assumono queste opere realizzate dalla fine della seconda guerra mondiale ai primi anno ottanta, anni in cui l’America, diventa grande potenza, si spinge in un processo di autoanalisi rivelando le profonde contraddizioni portate dal benessere.

Questo gruppo di artisti offre una grande lezione della fotografia americana dello scorso secolo puntando l’obbiettivo sulla mutevolezza del mondo intorno a noi, sul suo continuo trasformarsi producendo opere che sono ormai divenute emblematiche.

Artisti in mostra, Ansel Adams,Robert Adams,Diane Arbus,Richard Avedon, Wynn Bullock, Harry Callahan, Paul Caponigro, Walter Chappell,Van Deren Coke,Bruce Davidson,Roy DeCarava, Robert Frank, Lee Friedlander, John Gossage, Ralph Eugene Meatyard, Richard Misrach, Irving Penn, Stephen Shore, Aaron Siskind, Edward Weston, Minor White, Garry Winogrand.

 

 

Attività didattica – DOMENICA AL CIAC  -Laboratori per bambini e famiglie, dedicati alla mostra fotografica FLAGS OF AMERICA

LE NOSTRA BANDIERE!

L'esperienza visiva e l'attività creativa sono al centro di questo laboratorio di osservazione e rielaborazione dei contenuti della mostra fotografica.Attraverso la personale visione e la collaborazione collettiva, i bambini realizzeranno una piccola mostra temporanea di fotografia contemporanea ideata da loro stessi. L'attività prevede una visita guidata e un'attività didattica per i partecipanti.

 

AUDIO - GUIDE

laboratorio creativo dedicato a bambine e bambini da 7 a 10 anni
Cosa può raccontarci un’audioguida durante la visita di una mostra? Cosa ci piacerebbe ascoltare? Audioguida è un progetto-laboratorio dove i partecipanti avranno l’opportunità di produrre una reale audioguida collettiva in cui registrare impressioni ed espressioni personali della mostra esposta al Ciac - Centro Arte Contemporanea, Flags of America.

Nicola Samorì – INCONTRO CON L’ARTISTA
17/09/2016 – 02/10/2016

Nell’ambito del ciclo “Più arte per tutti” il Centro Italiano Arte Contemporanea ha ospitato all’interno dei suoi spazi l’incontro con Nicola Samorì.

L’artista, che per ultimo si è confrontato con la produzione del palio della Quintana, è stato presente per un confronto dal vivo,

relazionandosi con l’esposizione temporanea di alcuni suoi lavori recenti.

Introdotto da Italo Tomassoni, Samorì si è trovato a dialogare con la storica dell’arte e curatrice Marta Silvi e con il commissario  dei palii per l’Ente Giostra, Pier Luigi Metelli, accompagnato dalla presenza di diversi lavori pittorici di varie dimensioni, oltre che

dalla tela depositata per il palio stesso.

 

 

SANDRO CHIA

Il Viandante

a cura di Italo Tomassoni

14 ottobre 2016 – 29 gennaio 2017

Il CIAC Centro Italiano Arte Contemporanea di Foligno ha avuto l’onore di ospitare dal 14 ottobre 2016 sino al 29 gennaio 2017 la mostra Sandro Chia “Il Viandante" personale dedicata al grande artista toscano, tra i più noti protagonisti della Transavanguardia italiana.

Curata da Italo Tomassoni, la mostra raccoglie circa 50 opere, in gran numero recenti ed inedite, molte realizzate appositamente per gli splendidi spazi del CIAC, arricchendone l’offerta espositiva - sono stati infatti sinora ospitati artisti informali, programmati concettuali, citazionisti “poveri”, neo espressionisti -  ed offrendo l’opportunità di incontrare l’esponente più ricco di invenzione figurativa della Transavanguardia.

Accanto a undici grandi tele realizzate tra il 1998 e il 2003, prestate dalla Galleria Mazzoli di Modena, con le caratteristiche grandi figure umane di Chia che emergono da sfondi coloratissimi di forme geometriche o di pennellate ricche e dense, troviamo un gruppo di dieci strepitose tele recenti, con al centro uomini e donne di grande felicità espressiva, su sfondi dove dominano gli azzurri, i verdi e i blu, e paesaggi delicati e poetici. Sono inoltre esposte una ventina di opere su carta eseguite con tecnica mista realizzate tra il 2012 e il 2014, magistrali schizzi di figure umane, dove Chia studia il movimento, inserendole in sfondi colorati di grande suggestione. Completano il percorso altri lavori recenti del Maestro, tutti di straordinaria qualità.

“L’immagine di un viandante – afferma Chia - è il mio tema preferito, una figura che incede tra cielo e terra, contornato dal paesaggio, possibilmente accompagnato da animali domestici. Il viandante è per me il tema più fecondo, più ricco di conseguenze pittoriche ed ideali”. E ancora: “In fondo dipingere significa questo, significa pedinare a distanza un soggetto, braccare un’immagine, seguirne le tracce, scoprire le tracce, cancellare le tracce. Significa dimenticare se stessi nel paesaggio del quadro appena abbozzato, diventare lo specchio dell’immagine e quasi per caso, inavvertitamente, entrare nel quadro. Pochi passi dentro il quadro e il quadro diventa il teatro dell’auto seduzione, pochi passi dentro il quadro e il quadro si trasforma in autoritratto. Ancora un passo o due e si esce dal quadro lasciandovi l’immagine, l’ombra, il corpo astrale”.    

“Per una visione che concepisca la pittura contemporanea come un complesso di eventi che spezza la continuità della storia – afferma Tomassoni -  Sandro Chia rappresenta una entità eretica, l’occasione offerta alla pittura per un richiamo organico alla idea del rappresentare, che contraddice la frammentarietà e la schizofrenia sperimentale del post moderno. E organico Chia era stato fin dai suoi esordi, quando già all’inizio degli anni’70 intuì la necessità di ricollegare il proprio linguaggio figurativo alle fonti di quel Novecento che 50 anni prima aveva ricostruito un tessuto figurativo disperso dal Futurismo e dalle Avanguardie”.

“Sandro Chia opera su un ventaglio di stili, sempre sostenuto da una perizia tecnica e da un’idea dell’arte che cerca dentro di sé i motivi della propria esistenza – scrive Achille Bonito Oliva, padre della Transavanguardia e profondo conoscitore dell’artista – tali motivi consistono nel piacere di una pittura finalmente sottratta alla tirannia della novità e anzi affidata alla capacità di utilizzare diverse “maniere” per arrivare all’immagine. I punti di riferimento sono innumerevoli, senza esclusione alcuna, da Chagall a Picasso, da Cèzanne a De Chirico, da Carrà futurista a Carrà metafisico e novecentista”

Il vernissage della mostra è stato onorato dalla presenza di Emily Braun curatrice del Guggenheim Museum di New York che il 15 ottobre ha tenuto una lezione a Foligno nell’aula delle conferenze dell’ex Chiesa dell’Annunciata  su “Sandro Chia e la Transavanguardia” nell’ambito delle manifestazioni di “Più arte per tutti”.

Anche nel 2016 e nei primi mesi del 2017 sono stati organizzati laboratori didattici per bambini, molto apprezzati dai fruitori e dalle famiglie.

Un approccio all’arte che cerca di coniugare divertimento e conoscenza e che amplia l’offerta formativa di una struttura culturale aperta e in dialogo con la propria comunità di riferimento.

 

DOMENICA AL CIAC
Laboratori per bambini e famiglie - dedicati alla mostra SANDRO CHIA “Il Viandante”

IL COLORE DELLA MIA CITTA’
Bambini da 0 a 3 anni insieme ai genitori

BLU OLTREMARE, SANGUE DI DRAGO
Bambini da 4 a 6 anni insieme ai genitori

IL DADO E’ TRATTO, DIPINGIAMO!

bambini da 6 a 9 anni

THIS IS US!
incontro aperto a tutti.



Ciclo di conferenze “Più arte per tutti”

 

E’ proseguito anche nel 2016 il ciclo di incontri tesi ad ampliare la conoscenza dell’arte contemporanea e ad avvicinare un sempre più vasto pubblico alle iniziative del Ciac.

Autorevoli i relatori che unitamente alle tematiche affrontate hanno saputo suscitare l’interesse dei presenti.

Di seguito viene riportato il calendario riferito agli incontri del 2016; un programma che avrà anche degli appuntamenti fissati per il 2017.

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva


 

La Fondazione
Chi siamo
La Sede
Normativa
La storia
Governance
I Soci
Programmazione e Bilanci
Trasparenza
Societą Strumentale

Settori di Intervento
Premessa
Arte e cultura
Istruzione
Volontariato
Sanitą
Sviluppo locale

Richieste di Contributi
Avvisi e modulistica

News e Multimedia
Comunicati
Eventi
Video
Fotogallery

Informazioni
Contatti
Mappa - Dove siamo
Links utili
Cerca nel sito

 
 

© Copyright 2017 Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno - Tutti i diritti riservati | Codice Fiscale 91008000548
 
| Disclaimer - Privacy | Cookies Policy |